Covid 19 Bollette in calo: Luce -18% e gas -13% E’ abbastanza?

Covid-19 Bollette in calo: Luce -18,3% e gas -13,5% E’ abbastanza? L’emergenza coronavirus e il conseguente calo dei consumi da parte degli italiani, comporterà nel secondo trimestre del 2020 una riduzione sostanziale delle bollette della luce e del gas. Secondo i dati forniti dall’Arera (Autorità per l’energia, le reti e l’ambiente), le bollette della luce e del gas di Aprile, gioveranno di una riduzione rispettivamente del 18,3% e del 13,5%, mentre restano invariati gli oneri generali e le tariffe regolate di rete, ovvero trasmissione, distribuzione e misura, a garanzia di un risparmio sulla spesa della famiglia. Questo è dovuto dalle basse quotazioni  di cui godono le materie prime in commercio, rallentando l’economia globale, per garantire una stabilità al fabbisogno degli obblighi generali del sistema. Scelte opportune da prendere in un periodo di forte emergenza globale, a cui gli enti ed il governo, devono far fronte affinché sia garantita la continuità dei servizi., a sostegno dei cittadini che sono costretti ad un cambio “violento”della propria quotidianità. 

Queste riduzioni sono corrette?

Considerando il fatto che una grande fetta di Italiani non ha lavoro e di conseguenza introiti, ci si aspettava una maggiore tutela da parte dello stato. Altro dato da considerare è quello che rimanendo a casa, la maggior parte delle persone, ha incrementato i propri consumi di elettricità. Da queste nostre considerazioni, deduciamo che queste riduzioni che sono state messe in atto non cambieranno la situazione inerente ai pagamenti per forniture elettriche. Pensate al fatto che ci hanno tolto il 18% dalle bollette dopo che il nostro consumo attuale è aumentato del 35% circa. Le domande che ci poniamo sono: Come verranno pagate le bollette da coloro che non hanno fondi? Se non pagheremo le bollette, a cosa andremo incontro? Da queste brevi considerazioni si nota l’infelice situazione economica nazionale. Di certo chi non lavora dovrà mangiare e chi non paga dovrà ugualmente ricevere la fornitura elettrica. Il problema, non sta in come reagiranno le istituzioni ma in come reagirà il popolo. Staremo a vedere come si imposteranno questi equilibri finanziari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optionally add an image (JPEG only)

Language»
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial