Pet photography: fotografare gli amici a quattro zampe

Pet photography: fotografare gli amici a quattro zampe. La fotografia di animali domestici o pet photography è un genere fotografico in forte espansione che consente di effettuare dei ritratti ai nostri piccoli e fedeli amici. Sono tipi di scatto estremamente emozionanti che ritraggono i momenti più importanti di un legame atavico e profondo tra un individuo e il suo animale domestico, più vero di un rapporto umano. Sono comunque fotografie non facili da realizzare, essendo l’amico a quattro zampe un essere imprevedibile nei suoi movimenti ma molto emotivi nelle loro espressioni, sia se ripresi da soli o con il proprio padrone. Intraprendere l’attività del Pet photography è tutt’altro che facile, perchè tale categoria abbraccia tutti i generi fotografici, spaziando dal ritratto puro e semplice, alla fotografia paesaggistica, ritraendo l’animale negli spazi aperti. Pertanto come conviene scattare?

Può sembrare banale ma per iniziare a svolgere questa tipologia di scatti, come avviene anche nello scatto con la modella, il fotografo deve entrare in perfetta sintonia con l’animale, osservandolo nei suoi movimenti, nelle sue abitudini. Così facendo si crea (nel qual caso l’animale sia di un altra persona) un rapporto di totale fiducia ed empatia, avendo la possibilità di poter esprimere le immagini designate nella mente, captando la situazione migliore. In questo genere di scatto, una foto ricca di enfasi è il ritratto dell’animale col proprio padrone, riuscendo a trasmettere agli occhi dell’osservatore una storia d’amore senza eguali. Raggiunta la giusta intesa con il vostro fedele amico, occorre scegliere l’ambientazione idonea, che può essere sia al chiuso che all’aperto. Come per i workshop in studio, se si opta di effettuare un ritratto, si può incorrere nell’uso delle luci artificiali, con impostazioni dell’ISO non superiore a 800. L’uso del flash è sconsigliato poichè la sua luce forte potrebbe dare fastidio al vostro cucciolo. Inoltre, se l’animale ha un pelo lungo, la luce potrebbe creare dei fastidiosi riflessi, senza riuscire a metterlo in risalto, a maggior ragione se la luce è diretta e non laterale. Vigono le regole della fotografia ritrattistica. Invece se si ci trova a scattare all’esterno, il consiglio è sempre quello di scattare o nelle prime ore del giorno o nel tardo pomeriggio, utilizzando i consigli e le tecniche di scatto adatte alla fotografia paesaggistica. In questo scenario, con i piccoli amici all’aria aperta, la tecnica del panning (deriva dal dialetto cinematografico descrivendone una rotazione sia orizzontale che verticale, ottenendo così la migliore nitidezza davanti allo sfondo mosso) per poterli immortalare ad esempio in corsa, risulta essere estremamente utile. Infatti, in questo caso, si suggerisce di impostare una messa a fuoco continua, essendo il soggetto in movimento. Si suggerisce di usare anche l’uso dello scatto multiplo, con la certezza di beccare lo scatto perfetto, utilizzando tempi di scatto brevi come ad esempio 1/200 a salire. L’apertura del diaframma può essere più o meno chiusa e nella composizione ambientata in uno scenario all’aperto, può risultare gradevole la realizzazione del bokeh (mettendo in risalto il soggetto, sfocando lo sfondo). Altresì, occorre specificare, che trattandosi per lo più di ritratti, per risaltare gli sguardi, le loro emozioni, è consigliato porsi alla stessa altezza dei loro occhi. Quindi se occorre sdraiarsi a terra, non abbiate timore di sporcarvi. Possono essere fotografati anche i dettagli del vostro amico come denti, naso, zampe. In ultima analisi, la scelta degli obiettivi, ricade nell’opzione di un obiettivo fisso che può essere un 50mm o un 80mm, che come si sa, sono delle ottiche molto luminose da usare nella ritrattistica e prevalentemente al chiuso. Ma anche i grandangolari possono essere usati per scatti particolari. Ancora, la scelta di un teleobiettivo può rivelarsi utile per fotografare il soggetto da lontano. In ultima analisi, la Pet photography è un genere fotografico vario che richiede pazienza e sperimentazione ma riesce a regalare profonde emozioni poichè ha come soggetti estremamente sensibili che con uno sguardo riescono a comprendere l’individuo meglio di chiunque altro. Pet photography: fotografare gli amici a quattro zampe. La fotografia adatta a scattare cani, gatti, conigli resi modelli per un giorno ma che rimangono compagni fedeli per un’intera vita. L’immagine di copertina è stata scattata dal fotografo Liborio Di Buono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optionally add an image (JPEG only)

Language»
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial