Spezia orientale: chiodi di garofano

Spezia orientale: chiodi di garofano. Una spezia di origine orientale molto ambita nella cucina e non solo è il chiodo di garofano, che prende il nome dalla forma del bocciolo essiccato che si trova ancora chiusa nell’albero dell’ Eugenia caryophyllata, originario delle Molucche , in Indonesia. Una pianta che predilige il clima umido e l’aria marina, coltivata oggi in molte aree tropicali quali Antille, Africa Orientale, Cina e Zanzibar. I primi ad usare questa spezia per le sue qualità aromatiche e farmacologiche furono i cinesi e fu esportata in occidente solo nel IV secolo dagli Arabi. Si racconta che nel Medioevo, il chiodo di garofano, soprannominato anche “gariofilo”, venisse usato per ridurre la fatica mentale e contrastare la perdita di memoria. Ma fu nel cinquecento che questa spezia aromatica fu molto ricercata e usata anche nella medicina, considerato utile a curare l’impotenza oltre che essere considerato come un forte anestetico. Anche oggi, questa spezia è molto ambita sia in cucina, accompagnando i cibi salati e quelli dolci, freddi e caldi. Il suo aroma piccante ha anche la funzione di essere un complemento aggiuntivo nella conservazione delle carni marinate e di insaporitore dei cibi umidi e stufati. Ma andiamo a vedere quali sono le sue innumerevoli proprietà benevoli. I “chiodi da gustare”, contenendo sostanze nutritive quali ferro, iodio, calcio e fosforo, oltre che come aroma da usare in cucina, viene ampiamente usato come rimedio naturale per regolare la salute dell’uomo quali:

  • Riduce i livelli di zucchero nel sangue: i chiodi di garofano, con il loro fermento simile a quello dell’insulina, consentono di ridurre i livelli di zucchero nel sangue e tenendo sotto controllo il diabete;
  • Aiutano la digestione: contenendo oli essenziali ( diluito con olio vegetale, in quanto se usato nella forma pura, può irritare la la pelle), riducono l’infiammazione eliminando i batteri nello stomaco, garantendo la capacità di digerire;
  • Alleviano l’acidità: riduce i sintomi di acidità agendo sulla peristalsi in modo tale da impedire il ritorno di cibo e acido su per la gola.
  • Abbassano il colesterolo tritandolo ed usandolo in polvere;
  • Per l’igiene e la salute del cavo orale: servono a contrastare l’alitosi, pulendo lingua, palato e gola dalla presenza di batteri. Contrasta anche il mal di gola, diminuendo la sensazione di prurito. Altresì, contenendo sostanze anti-infiammatore, riducono il gonfiore intorno a un dente infetto;
  • Migliorano la respirazione: comprendendo “L’eugenolo“, allevia i problemi respiratori. Inoltre, le sue proprietà anti-batteriche e anti-fungine di questa spezia compensano a rimuovere le infezioni;
  • Alleviano i dolori articolari, avendo effetti antidolorifici e antinfiammatorio;
  • Aiutano a combattere lo stress e a rilassarsi:Il suo aroma pungente ma rilassante risulta un efficace anti-stress;
  • Migliorano l’aspetto della pelle  che per le sue qualità innumerevoli da antibatteriche e anti-infiammatorie, viene usato anche contro la cura dei brufoli.

I chiodi di garofano quindi risultano avere indubbie qualità benevoli ma da usare sempre con accortezza, da evitare in caso di allergia o in presenza di ulcere, chiedendo sempre un consiglio agli  esperti. Spezia orientale: chiodi di garofano. Un’altra spezia di origini nobili e antiche, dall’aroma caldo, pungente e benevolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optionally add an image (JPEG only)

Language»
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial