Come fotografare in controluce?

Come fotografare in contro luce? Nella fotografia la luce è determinante nella riuscita di una foto. La norma generale richiede di avere durante la fase dello scatto la luce alle spalle del fotografo o tutt’al più di lato affinchè il soggetto sia illuminato. Tuttavia può succedere che per mancanza di spazio o per impossibilità di spostare luce o soggetto, si sia costretti a scattare in controluce e questa modalità di scatto, per quanto logicamente sbagliata, è una tecnica interessante che da la possibilità di ottenere effetti molto particolari. Infatti con la sorgente luminosa alle spalle del soggetto si tende a valorizzare le cosiddette silhouette, evidenziandone i contorni creando un distacco tra le zone luminose e quelle in ombra e questo effetto avviene immortalando qualsiasi sia l’oggetto. Conoscere la luce è basilare perchè muta in ogni frangente, in base ai riflessi determinati dall’orario. Come in ogni scatto, anche in questo in genere di fotografia è opportuno avere chiaro cosa si voglia esaltare, interagendo su contrasti molto forti variando l’esposizione. Ma come si scatta in controluce? E’ consigliato scattare in modalità manuale poichè bisogna interagire sul tempo di esposizione, diaframma e ISO. Anche la sovraesposizione e sottoesposizione sono basilari. Nel caso in cui si voglia valorizzare i contorni creando la silhouette, occorre scattare con un diaframma più o meno chiuso pari a f/8, ISO 100 e un tempo di scatto pari  1/250. Invece per schiarire il soggetto, essendo questo troppo scuro, è consigliato scattare con un tempo pari a 1/250, ISO 400 e un diaframma che varia tra f/4,5 e f/2.8. Scattare in controluce, comporta a dare maggior espressione al volto scuro del soggetto diventando più naturale. Il controluce è tecnicamente difficile e può richiedere l’ausilio di qualche supporto tecnico. Di seguito qualche ragguaglio:

  • Flash: anche se potrebbe sembrare un paradosso, il flash illuminare la parte anteriore non illuminata dalla luce presente naturalmente. La pratica viene impiegata nei ritratti oppure nel caso di oggetti in primo piano che presentano parti in ombra. L’uso del flash risulta inutile per  le fotografie di monumenti e di animali lontani.
  • Pannelli riflettenti: L’effetto è lo stesso del flash con effetti più naturali e si consiglia di utilizzare per illuminare in maniera più soft la parte anteriore del soggetto ripreso. Un pannello riflettente ha il compito di riflettere la fonte luminosa posta alle spalle del soggetto al centro della scena e irradiarlo di luce.

In ultima analisi, il tocco di photoshop durante la post-produzione ha la sua importanza in quanto consente di avere a disposizione una moltitudine di opzioni intervenendo sulla saturazione del colore, aumentando anche l’intensità facendola virare sul giallo-rosso dando la percezione che la foto sia stata scattata in un orario diverso da quello reale oltre che sia un’immagine sbiadita dal tempo. Come fotografare in controluce? Un frammento di tempo scolpito dalla luce che vi abbaglia determina un’ombra che nell’oscurità riflette la sua anima rendendola carica di movimento e sentimentalismo fluttuante tra la luce che la circonda si trasforma in una poesia d’amore.

L’immagine di copertina è tratta da una foto di Salvatore Sinatra.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optionally add an image (JPEG only)

Language»
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial