Cioccolato: prelibatezza della salute

Cioccolato: prelibatezza della salute. Il cioccolato, prelibatezza di origini antiche, è tutt’ora uno degli alimenti preferiti dai “golosi del palato”. In base a degli studi botanici, è una pianta che risale a più di 6000 anni fa presente nel Rio delle Amazzoni. Un cibo privilegiato dai tempi dei Maya definito “cibo degli dei” in quanto era destinato al consumo da parte di alcune classi sociali quali sovrani, nobili e guerrieri. Associare il cioccolato alle divinità fù anche una prerogativa degli Aztechi che continuarono la coltura del cioccolato usandolo anche come bevanda associando questa prelibatezza alla dea della fertilità, usata anche nei riti religiosi. Veniva sorseggiata calda dopo essere stata diluita con l’acqua e successivamente aromatizzata con sostanze nutrienti come vaniglia, peperoncino e pepe che, nel loro impiego avevano anche effetti benevoli per effetto tonificante e stimolante dovuto alla “Teobromina”. Prelibatezza del palato ma anche un benessere per la salute in quanto vi sono degli studi recenti che conferma che il cioccolato, assimilato nelle giuste dosi fa bene. Fra le varianti di cioccolato, quella più idonea al benessere è il cioccolato fondente, purchè abbia una percentuale di cacao maggiore uguale al 70%. Infatti secondo studi del ricercatore in psiconeuroimmunologia e scienze alimentari, Lee S. Berk più zucchero c’è e più si è felici. Questo avviene in quanto il cacao, assunto in dosi giornaliere tra i 30 e i 40 grammi agisce sulle funzioni cognitive, sulla memoria, sull’umore e sul sistema immunitario. Degli studi specifici infatti hanno evidenziato che l’assimilazione del “cibo degli dei” sulle attività cerebrali comporti nel breve periodo meno stress, più buonumore e capacità di guardare positivamente alla vita. Bensì indagando sugli effetti del sistema immunitario e della percezione sensoriale, provoca aumento della memoria muscolare e l’apprendimento di nuove abilità. Altresì il cacao del cioccolato è anche un anti-depressivo che contiene anche l’ormone psicoattivo della “Feniletilamina” che genera la produzione di serotoninaendorfine e anandamide generando stati di euforia, preludendo le porte della passione. Ebbene si, in ultima analisi, il cioccolato è uno dei cibi prelibati che risveglia tutti i sensi, compreso quello del desiderio, rientrando così nella cerchia dei cibi afrodisiaci, stimolando la produzione di una serie di composti tra cui la suddetta “Endorfina” che a sua volta è rilasciata dall’attività sessuale. Cioccolato: prelibatezza della salute in un concentrato di piaceri persistenti amalgamato in un dolce senso del piacere.


One thought on “Cioccolato: prelibatezza della salute

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optionally add an image (JPEG only)

Language»
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial