La dolcezza nella foto di Filippo Passarello.

La dolcezza nella foto di Filippo Passarello. Filippo Passarello, palermitano, classe 1958, è l’uomo siciliano che dedica amore verso la famiglia, dedizione nel lavoro e la passione per la fotografia. Per Filippo, fotografare è raccontare la realtà circostante, con l’intento di narrare tramite il ritratto il valore delle tradizioni. Attratto sin da piccolo dal disegno e dalla pittura, è con la fotografia che vuole esporre ciò che per lui artisticamente è bello ma è anche il momento di interazione tra se e il paesaggio circostante. Fotoamatore sin da ragazzino, inizia a scattare con la compatta analogica 35mm. All’età di 15 anni, acquista la sua prima reflex, potendo cosi effettuare le sue prime foto di qualità. Fortuna ha voluto che Filippo abbia ricoperto, negli anni 80, un ruolo in un laboratorio di stampa acquisendo una notevole esperienza nella composizione delle immagini. Da autodidatta approfondendo la sua conoscenza con la pratica. L’esperienza acquisita ha portato Passarello a scattare vari generi di foto, dal macro, alla moda e allo spettacolo con il ritratto paesaggistico. La dolcezza nella foto di Filippo Passarello. Infatti, il ritratto paesaggistico è lo scatto che più predilige e ogni volta che rimembra quegli scatti, Filippo rievoca quel paesaggio come se riuscisse a toccare con mano l’ambiente da lui immortalato, immaginandone e percependone i profumi. Un viaggio indietro nel tempo che riporta alla mente ricordi vivi, tra momenti emozionanti, carichi di calore. Tra i tanti luoghi siciliani visitati attraverso la propria emozione dello scatto, quello che lo rappresenta maggiormente è Casa Anticamenta, luogo che ricalca la perfezione dei luoghi e dei personaggi, dove l’ambiente caldo e la luce naturale, consente di realizzare ritratti molto particolari.  Tra le tecniche di montaggio usate, una di quelle preferite è l’effetto Rembrandt, come schema principale di luce. Di fatto, tra i numerosi scatti di Passarello, altro soggetto immortalato è il contesto siciliano evidenziato dalla figura dell’uomo e della donna a metà de xx secolo . La dolcezza nella foto di Filippo Passarello. Per il nostro amico Passarello, fotografare è l’alienazione immaginaria della storia delle tradizioni descritta ai giorni contemporanei.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optionally add an image (JPEG only)

Language»
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial