Hitler copiò la svastica in sicilia. Ma dove?

Sulla veste di un graduato romano in una scena della Villa dei mosaico del Casale di Piazza Armerina si intravede in maniera chiara e ineludibile una croce ad uncino, quello che poi sarà raffigurato il simbolo più sinistro del nazismo “La svastica”.
Non è notorio a tutti anzi è sconosciuto alla moltitudine che Hitler era un’amante dell’antica Roma.
Era talmente affascinato dai simboli romani che addirittura ne copiò gli elementi più significativi.
Il primo simbolo l’aquila , il vessillo che veniva portato avanti nelle parate militari è il più ancor più importante la croce uncinata, la famigerata svastica.
Incredibile…….in una scena raffigurante un soldato che dovesse corrispondere a un capitano nel cui mantello si scorge una croce uncinata.
Hitler fece un viaggio in Sicilia e precisamente a Piazza Armerina per studiare e quindi poi copiare tale e quale il simbolo che nell’antica Roma era un segno di potere, quindi di autorità.
Da questo si evince che Hitler ha rubato simboli romani deturpando gli stessi.
Diversi documentari realizzati in Italia e nessuno ne ha mai parlato?
Perché?
Se in Italia saranno rimossi tutti i simboli riguardanti il nazi fascismo così come ultimamente se ne parla …..distruggeremo anche questo mosaico?
Ai posteri l’ardua sentenza.

Scritto da Gaetano Ricotta.



8 thoughts on “Hitler copiò la svastica in sicilia. Ma dove?

  1. Sig. Ricotta questo Master che lei deve fare è una c………a comu chiddra di la svastica? Stavota chi scuprì ca hitler si vinia mangiari li cannola? Lei non si immagina neanche che cosa è successo per questo articolo qua a Piazza. Non se lo immagina neanche.

    1. Salve
      Non immagino cosa possa essere successo a Piazza Armerina, ma ho già chiarito il tutto.
      Inoltre tengo a precisare che il corso sarà presieduto da un prof e regista teatrale nonché docente di dizione e comunicazione espressiva ed io sarò il tutor di detto corso.
      Chi sarà interessato potrà contattarci , seguirà il link con tutte le informazioni

  2. Buona sera!!! Non sono molto pratico di internet ma ho visto una collega della scuola di Pietraperzia che ha condiviso un link. Sono un insegnante di religione e ho bisogno di migliorare le mie capacità di comunicazione. Io sono di Piazza Armerina e appena ho visto che il master è tenuto dallo storico Ricotta ho detto che anche io voglio esserci e mi auguro che tutti i pecoroni di Piazza Armerina ne faranno parte. So che non ci sono tutte verità su questo articolo di giornale, ma so anche che c’è una possibilità di crescita commerciale e turistica per il nostro territorio. Io vorrei partecipare… Le date? I costi? E sopratutto gli Orari?

    1. Salve
      Tengo a precisare che il link che abbiamo pubblicato del corso di dizione abbiamo espressamente segnalato la presenza del regista Lino Moretti del teatro Sistina di Roma come prof. di detto corso.
      Io sarò il tutor e sarà realizzato a Canicattì.
      Per maggiori ragguagli ci sarà il link di presentazione con relativa mission da cui si potrà evincere il tutto

  3. Buona sera sono Marinella… Sono sempre io di Pietraperzia. Abbiamo visto che lo storico Ricotta sta tenendoun corso li nel comune di Canicattì per migliorare la dizione. Io sono una docente e mi piacerebbe tantissimo imparare quest’arte per migliorarmi con i miei allievi e potenziare il mio carisma. Poi con l’occasione avrò il piacere di conoscere personalmente il maestro Ricotta e poter portare questo master nella mia scuola. Mi servirebbe capire con chi devo parlare della vostra produzione e con chi devo concordare pagamenti e tutto. Grazie

    1. Buona sera esimia Marinella
      Il corso di dizione strategica avrà corso a Canicattì e sarà diretto dal regista Lino Moretti del Sistina di Roma , ed io sarò il tutor di detto corso.
      Naturalmente mi farebbe onore aver lei come discente, poiché potrebbe migliorare le sue capacità linguistiche e delle migliori performance di public speaking .
      Troverà tutto il programma e relativa Mission nelle pagine seguenti.

  4. Che la svastica sia effettivamente in un mosaico di Villa del Casale non c’è alcun dubbio. La notizia di un probabile viaggio di Hitler nel vostro paese non è certa al 100%. Io attenderei qualche giorno per verificare tutti i documenti storici prima di diffondere ulteriormente la notizia. Comunque grazie per avermi seguito e per aver letto la mia ricerca.

  5. Pura scemenza..a parte che gli scavi della villa del casale risalgono agli anni cinquanta del novecento, la svastica é un simbolo antichissimo che risale all’anno mille avanti cristo ad indicare la popolazioni indoeuropee e così si trova nell’arte orientale..greca..romana e medioevaleHitler dove vide per la prima volta la svastica? Quando Hitler scelse la svastica come simbolo nazista, scelse un simbolo antico e pieno di un misterioso potere magico. Un potere magico che rappresentò l’effetto voluto da Hitler. Nel suo libro Mein Kampf, Hitler scrisse che l’effetto dopo la presentazione del nuovo simbolo del movimento nazista fu quello di una fiaccola accesa, era il 1920, tutti erano molto entusiasti del loro nuovo vessillo con l’antico disegno. All’immagine originale Hitler apportò alcune modifiche con l’intenzione di : “ dare l’idea di una valanga che travolga il mondo decadente”, fu con questa motivazione che Hitler presentò la svastica, simbolo conosciuto al monastero benedettino di Lambach, nell’Austria superiore, quando il piccolo Adolf frequentava la terza classe elementare. Per un po’ fece il corista lì e visse al monastero nell’inverno del 1897-1898. Lì, scolpita nel muro sopra la grotta della sorgente nel cortile, c’era la data 1860 con una svastica. Il simbolo si trovava pure sul portale del monastero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optionally add an image (JPEG only)

Language»
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial